Come fare la mozzarella di bufala in carrozza al forno

8′ di lettura

La squisita mozzarella di bufala è un prodotto fresco della tradizione campana e come tale andrebbe consumata subito e al naturale, senza essere conservata in frigorifero. Può però rivelarsi un ingrediente molto versatile per mille piatti diversi:  perché non provare a utilizzarla per una facile e gustosa ricetta della tradizione?

Vi proponiamo quindi una ricetta della mozzarella in carrozza alla portata di tutti, ma con un occhio anche alle calorie: la nostra mozzarella sarà al forno e non fritta e vi suggeriremo anche qualche indicazione per una variante senza pane e senza uovo nella pastella, ma con solo pan grattato.

Per prepararla potete utilizzare fette della squisita zizzona di Mondragone di Abbuffa oppure fette di treccia di bufala o bocconcini di mozzarella di bufala, tutte anche nella loro versione affumicata.

Prima di imparare come si fa la mozzarella in carrozza però, scopriamo qualcosa in più su questo delizioso piatto!

Mozzarella di bufala in carrozza al forno su letto di lattuga e pomodorini

Si tratta di un tipico antipasto della tradizione campana che consiste in fette di mozzarella avvolte da da due fette di pane passate in uovo, latte e poi fritte. Le fette di pane, che formano la cosiddetta “carrozza” possono essere passate nella farina o nel pan grattato prima della frittura.

Ma cosa vuol dire mozzarella in carrozza? Il curioso nome deriva dalla forma originaria del pane utilizzato: prima dell’avvento di pancarré e pane in cassetta, veniva utilizzato il pane casereccio tondo, le cui fette richiamavano appunto piccole ruote.

Come e quando nasce la mozzarella in carrozza?

Nel mondo della cucina e della gastronomia c’è tra i neofiti un piccolo, vivace dibattito su chi abbia inventato questo piatto. Ne esiste infatti anche una variante alla veneziana che è possibile gustare nei bàcari, le tipiche osterie della città. Qui viene servita una mozzarella in carrozza di forma rettangolare, racchiusa tra pane bianco per tramezzini, con un’acciuga o una fetta di prosciutto cotto nel ripieno e una pastella lievitata, che conferisce al piatto, dopo la frittura, il suo caratteristico aspetto gonfio e dorato.

Le origini del piatto vanno però ricondotte alla Napoli del 1800, dove, come molte portate della tradizione, nasce come piatto di recupero.

Come si fa la mozzarella di bufala in carrozza: gli ingredienti

Passiamo ora alla creazione del nostro piatto! Per farlo vi consigliamo solo ingredienti genuini: è la mozzarella la vera regina!

Ecco gli ingredienti che vi serviranno per quattro persone:

  • 6 fette di pane in cassetta
  • 3 mozzarelle zizzona di Mondragone di Abbuffa da 125 g oppure 375 g di bocconcini di mozzarella di bufala, (anche nella versione affumicata)
  • 2 uova
  • latte
  • pangrattato
  • sale

Come preparare la mozzarella di bufala in carrozza al forno

  1. Prendete le mozzarelle e tagliatele a fettine sottili, dopo averle leggermente strizzate o fatte riposare pochi minuti in frigorifero. Stendetele dunque su fogli di carta assorbente, in maniera tale che si rassodino e rilascino parte del loro siero
  2. Prendete le uova, rompetele e sbattetele in una terrina con un pizzico di sale. Versate poi il latte in un’altra ciotola e il pangrattato in una terza
  3. Mettete tre fette di pane sul piano di lavoro, copritele di mozzarella in modo uniforme, copritele con le altre fette e comprimetele con il palmo della mano
  4. Dopo aver tagliato il “panino” in quattro quadratini passateli nel latte, senza inzupparli e appesantirli, poi nelle uova sbattute e infine nel pangrattato
  5. Disponete i sandwich ottenuti su una teglia rivestita con carta da forno e cuoceteli in forno preriscaldato a 200° per 7-8 minuti, fino a rendere dorato il pane e la mozzarella fusa filante

Come fare la mozzarella di bufala in carrozza senza pane o senza uova

Per una variante ancora più light, potete utilizzare al posto del pane il semplice pangrattato unito a farina di grano duro biologica e pangrattato integrale per impanare bene le mozzarelle.

Potete invece sostituire l’uovo con una semplice pastella di latte e pangrattato. Dopo aver sgrondato bene la mozzarella di bufala, potete inumidire le fette di pane nel latte da un solo lato, senza impregnarle, poi passarle nella farina. Mentre lasciate il pane farcito con la mozzarella su un tagliere a riposare, preparate una pastella con 200 g di farina, un pizzico di sale e 300 g di acqua. La pastella dovrà risultare piuttosto liquida e dovrete utilizzarla al posto dell’uovo sbattuto.

Come riscaldare la mozzarella in carrozza e come congelarla

L’ideale sarebbe mangiare la mozzarella in carrozza appena sfornata, ma se avanza è possibile riscaldarla in forno a 180 gradi fino a  quando sarà  ben calda.
Se invece state pianificando di consumare le mozzarelle in carrozza nel prossimo futuro, disponetele distanziate su un vassoio che metterete in freezer e quando saranno congelate, inseritele in un contenitore a chiusura ermetica.
Successivamente, quando vorrete mangiarle, mettetele senza sgelarle, in una teglia e passatele in forno raddoppiando il tempo di cottura.

Post Correlati

Leave a comment