Mozzarelline di bufala fritte: come prepararle

5′ di lettura

Un’idea originale e stuzzicante per un antipasto un po’ goloso? Una bella montagnetta fumante di mozzarelline di bufala impanate e fritte! Le saporite palline, impreziosite dall’involucro di panatura croccante, sono un finger food da leccarsi i baffi: piccole, tonde, capaci di accontentare anche i palati più difficili! Meno comuni delle crocchette di patate e gradite anche agli ospiti vegetariani, a differenza delle olive ascolane, sono la soluzione perfetta anche per il tuo aperitivo, soprattutto se utilizzi i prodotti freschissimi e controllati di Abbuffa!

Simili alla deliziosa mozzarella in carrozza, con le loro 270 calorie per 100 g sono uno sfizioso strappo settimanale alla dieta. Ma come si fanno dunque questi prelibati bocconcini? Segui la nostra semplicissima ricetta e porta a tavola il gusto della bufala campana!

Puoi utilizzare direttamente i nostri bocconcini di bufala, la nostra zizzona di Mondragone a fette oppure se desideri un gusto più intenso i nostri bocconcini di bufala affumicata!

mozzarelline impanate fritte abbuffa bufala campana

Ingredienti per le mozzarelline di bufala fritte

Gli ingredienti sono per porzioni per quattro persone. La ricetta, molto facile e adatta anche ai principianti, ha un tempo di preparazione totale di 20 minuti: circa un quarto d’ora di preparazione e cinque minuti per la frittura (giusto un rapido tuffo nell’olio bollente!) Ecco cosa vi servirà:

  • 250 g di mozzarella o mozzarelline di bufala DOP, affumicate o al naturale
  • 2 uova medie
  • farina
  • pangrattato
  • sale e pepe nero q.b.
  • olio di semi per friggere

Come fare le mozzarelline fritte

  1. Prendete la vostra mozzarella e fatela a fette oppure dividete a metà i vostri bocconcini, disponeteli su un piatto all’aria per farle un leggermente asciugare. Rompete le uova in una ciotola e sbattetele con una forchetta.
  2. Passate le fette di mozzarella nella farina sbattendole leggermente per scrollare quella in eccesso, poi tuffatele rapidamente nell’uovo e poi passatele nel pangrattato.
  3. Friggete ora i bocconcini impanati in olio (non deve essere per forza abbondante) finché non sono perfettamente dorati. Bastano pochi minuti, dopo i quali potete lasciare asciugare l’olio in eccesso per qualche minuto su un piatto foderato di carta assorbente.

 

Servitele pure: siamo sicuri che anche a costo di scottarsi dita e palato per “assaggiarle” una, due, tre, quattro, cinque volte, ben poche arriveranno in tavola! Possono essere abbinate a creme salate e paté, piccanti o dolci.

Post Correlati

Leave a comment